INFORMAZIONE – Art&Luxury presenta: “In the real art we trust”

2020-01-17T13:09:26+01:00

Categoria: News

INFORMAZIONE – Art&Luxury presenta: “In the real art we trust”

Art&Luxury, struttura composta da un gruppo di professionisti di grande esperienza maturata in settori cross finanza ed arte, ha presentato il frutto del suo studio che pone al centro il Dalì Universe.

Milano,  (informazione.it – comunicati stampa – arte e cultura) Art&Luxury ha presentato il suo ambizioso ed innovativo progetto che crea di fatto un’alternativa concreta per investire nel mercato dell’arte partendo da un approccio totalmente nuovo e differente.
Ad assistere alla presentazione un selezionato e qualificato gruppo di investitori professionali, family officer e wealth manager.
L’idea che fa la differenza è stata quella di studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operasse nel settore dell’arte e che presentasse una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali; la scelta è ricaduta sul Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano, che oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi (museo ubicato nel quartiere di Montmartre) ed è inoltre promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri (fino al 15/9) ed a Matera (fino al 2/12).

Art&Luxury, struttura composta da un gruppo di professionisti di grande esperienza maturata in settori cross finanza ed arte, ha focalizzato la sua attenzione su un progetto in grado di interpretare l’arte come una asset class alternativa, che interpretasse un investimento al pari dei beni rifugio e, quindi, decorrelato rispetto all’andamento direzionale dei mercati finanziari.

Dopo aver studiato a fondo le esperienze maturate nel tempo dai diversi operatori, al fine di consegnare agli investitori delle performance positive consistenti, senza incorrere nei limiti e nei vincoli tipici del settore, Art&Luxury ha messo a punto un progetto che prevede un approccio industriale che si concretizzerà con il lancio di un veicolo di investimento, al momento unico al mondo, che deterrà il 40% di equity dell’Universo Dalí e di tutti i suoi asset.

Roberto Calebasso, partner di Art&Luxury, ha così commentato: “Dopo aver studiato a lungo il mercato dell’arte, grazie alle nostre conoscenze nel settore della consulenza e degli investimenti, riteniamo di aver individuato una soluzione in grado di esaltare le caratteristiche positive tipiche di questa asset class e di aver superato alcune delle note critiche com’è il caso della liquidabilità e della garanzia di un cash flow costante”.

Tra i primi partner tecnici dell’iniziativa promossa da Art&Luxury, figurano: Arte e Diritto, il Museo di Arte Contemporanea Lu.C.C.A. ed il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano, rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Scarica l’articolo

INFORMAZIONE – Art&Luxury presenta: “In the real art we trust”2020-01-17T13:09:26+01:00

ADVISOR ONLINE – Art&Luxury pronta a lanciare un veicolo di investimento

2020-01-17T13:09:27+01:00

Categoria: News

ADVISOR ONLINE – Art&Luxury pronta a lanciare un veicolo di investimento

Il fondo deterrà il 40% di equity dell’Universo Dalí e di tutti i suoi asset

Art&Luxury fa il suo ingresso nel mondo del wealth management. La società lo scorso 10 luglio a Milano ha presentato il suo progetto con l’obiettivo di creare un’alternativa per investire nel mercato dell’arte partendo da un approccio innovativo. Ad assistere alla presentazione un selezionato e qualificato gruppo di investitori professionali, family officer e wealth manager. Art&Luxury è una struttura composta da un gruppo di professionisti di grande esperienza maturata in settori cross finanza ed arte, ha focalizzato la sua attenzione su un progetto in grado di interpretare l’arte come una asset class alternativa, che interpretasse un investimento al pari dei beni rifugio e, quindi, decorrelato rispetto all’andamento direzionale dei mercati finanziari.

L’idea è quella di studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operasse nel settore dell’arte e che presentasse una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali. La scelta è ricaduta sul Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano, che oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi (museo ubicato nel quartiere di Montmartre) ed è inoltre promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri (fino al 15/9) ed a Matera (fino al 2/12). Il progetto, infatti, prevede un approccio industriale che si concretizzerà con il lancio di un veicolo di investimento che deterrà il 40% di equity dell’Universo Dalí e di tutti i suoi asset.

“Dopo aver studiato a lungo il mercato dell’arte, grazie alle nostre conoscenze nel settore della consulenza e degli investimenti, riteniamo di aver individuato una soluzione in grado di esaltare le caratteristiche positive tipiche di questa asset class e di aver superato alcune delle note critiche com’è il caso della liquidabilità e della garanzia di un cash flow costante” ha detto Roberto Calebasso, partner di Art&Luxury. Tra i primi partner tecnici dell’iniziativa promossa da Art&Luxury, figurano: Arte e Diritto, il Museo di Arte Contemporanea Lu.C.C.A. ed il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano, rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Scarica l’articolo

ADVISOR ONLINE – Art&Luxury pronta a lanciare un veicolo di investimento2020-01-17T13:09:27+01:00

GOORUF – Da Art&Luxury un veicolo di investimento su Dalì

2020-01-17T13:09:27+01:00

Categoria: News

GOORUF – Da Art&Luxury un veicolo di investimento su Dalì

Ad assistere alla presentazione un selezionato e qualificato gruppo di investitori professionali, family officer e wealth manager. L’idea che fa la differenza è stata quella di studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operasse nel settore dell’arte e che presentasse una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali. La scelta è ricaduta sul Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano, che oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi ed è inoltre promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri ed a Matera . C.C.A. ed il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano, rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Scarica l’articolo

GOORUF – Da Art&Luxury un veicolo di investimento su Dalì2020-01-17T13:09:27+01:00

FINANZA OPERATIVA – Da Art&Luxury un veicolo di investimento su Dalì

2020-01-17T13:09:27+01:00

Categoria: News

FINANZA OPERATIVA – Da Art&Luxury un veicolo di investimento su Dalì

Art&Luxury ha presentato il suo ambizioso ed innovativo progetto che crea di fatto un alternativa concreata per investire nel mercato dell’arte partendo da un approccio totalmente nuovo e differente.
Ad assistere alla presentazione un selezionato e qualificato gruppo di investitori professionali, family officer e wealth manager.

L’idea che fa la differenza è stata quella di studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operasse nel settore dell’arte e che presentasse una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali. La scelta è ricaduta sul Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano, che oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi (museo ubicato nel quartiere di Montmartre) ed è inoltre promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri (fino al 15/9) ed a Matera (fino al 2/12).

Art&Luxury, struttura composta da un gruppo di professionisti di grande esperienza maturata in settori cross finanza ed arte, ha focalizzato la sua attenzione su un progetto in grado di interpretare l’arte come una asset class alternativa, che interpretasse un investimento al pari dei beni rifugio e, quindi, decorrelato rispetto all’andamento direzionale dei mercati finanziari.

Dopo aver studiato a fondo le esperienze maturate nel tempo dai diversi operatori, al fine di consegnare agli investitori delle performance positive consistenti, senza incorrere nei limiti e nei vincoli tipici del settore, Art&Luxury ha messo a punto un progetto che prevede un approccio industriale che si concretizzerà con il lancio di un veicolo di investimento, al momento unico al mondo, che deterrà il 40% di equity dell’Universo Dalí e di tutti i suoi asset.

Roberto Calebasso, partner di Art&Luxury, ha così commentato: “Dopo aver studiato a lungo il mercato dell’arte, grazie alle nostre conoscenze nel settore della consulenza e degli investimenti, riteniamo di aver individuato una soluzione in grado di esaltare le caratteristiche positive tipiche di questa asset class e di aver superato alcune delle note critiche com’è il caso della liquidabilità e della garanzia di un cash flow costante”.

Tra i primi partner tecnici dell’iniziativa promossa da Art&Luxury, figurano: Arte e Diritto, il Museo di Arte Contemporanea Lu.C.C.A. ed il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano, rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Scarica l’articolo

FINANZA OPERATIVA – Da Art&Luxury un veicolo di investimento su Dalì2020-01-17T13:09:27+01:00

INVESTIRE – Investire nell’arte? Non c’è niente di meglio se la firma è quella di Dalì

2020-01-17T13:09:50+01:00

Categoria: News

INVESTIRE – Investire nell’arte? Non c’è niente di meglio se la firma è quella di Dalì

Art&Luxury ha pronto nel cassetto un veicolo di investimento che deterrà il 40% di equity della collezione privata del collezionista Beniamino Levi, dedicata al pittore catalano

Studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operi nel settore dell’arte e che presenti una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali. Questo è concept alla base del progetto di investimento nel mercato dell’arte presentato da Art&Luxury ieri al Four Seasons Milan, davanti a una platea composta da un selezionato e qualificato gruppo di investitori professionali, family officer e wealth manager.

Art&Luxury ha messo a punto un progetto che prevede un approccio industriale che si concretizzerà con il lancio di un veicolo di investimento che deterrà il 40% di equity dell’Universo Dalí e di tutti i suoi asset.

Lo strumento finanziario inaugurato dalla società, composta da professionisti provenienti dai settori finanza e arte, ha al suo centro le opere di Salvador Dalí e, più in particolare, il Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano.

Dalí Universe, oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi (museo ubicato nel quartiere di Montmartre) ed è promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri (fino al 15/9) ed a Matera (fino al 2/12).

“Dopo aver studiato a lungo il mercato dell’arte, grazie alle nostre conoscenze nel settore della consulenza e degli investimenti, riteniamo di aver individuato una soluzione in grado di esaltare le caratteristiche positive tipiche di questa asset class e di aver superato alcune delle note critiche com’è il caso della liquidabilità e della garanzia di un cash flow costante”, commenta Roberto Calebasso, partner di Art&Luxury.

Tra i primi partner tecnici dell’iniziativa promossa da Art&Luxury, figurano: Arte e Diritto, il Museo di Arte Contemporanea Lu.C.C.A. ed il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano, rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Scarica l’articolo

INVESTIRE – Investire nell’arte? Non c’è niente di meglio se la firma è quella di Dalì2020-01-17T13:09:50+01:00

MILANO FINANZA – Art&Luxury lancia un innovativo veicolo di investimento

2020-01-17T13:09:50+01:00

Categoria: News

MILANO FINANZA – Art&Luxury lancia un innovativo veicolo di investimento

Il progetto presentato si concretizzerà con il lancio di un veicolo di investimento, al momento unico al mondo, che deterrà il 40% di equity dell’universo Dalí e di tutti i suoi asset

Art&Luxury ha presentato un ambizioso ed innovativo progetto che crea di fatto un’ alternativa concreta per investire nel mercato dell’arte, partendo da un approccio totalmente nuovo e differente. L’idea è stata quella di studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operasse nel settore dell’arte, e che presentasse una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali; la scelta è ricaduta sul Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano, che oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi, museo ubicato nel quartiere di Montmartre, ed è inoltre promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri e a Matera.

Art&Luxury ha focalizzato la sua attenzione su un progetto in grado di interpretare l’arte come una asset class alternativa, che interpretasse un investimento al pari dei beni rifugio e, quindi, decorrelato rispetto all’andamento direzionale dei mercati finanziari.

“Dopo aver studiato a lungo il mercato dell’arte, grazie alle nostre conoscenze nel settore della consulenza e degli investimenti, riteniamo di aver individuato una soluzione in grado di esaltare le caratteristiche positive tipiche di questa asset class e di aver superato alcune delle note critiche com’è il caso della liquidabilità e della garanzia di un cash flow costante”, ha commentato Roberto Calebasso, partner di Art&Luxury.

Scarica l’articolo

MILANO FINANZA – Art&Luxury lancia un innovativo veicolo di investimento2020-01-17T13:09:50+01:00

LA MIA FINANZA – Art&Luxury presenta: “In the real art we trust”

2020-01-17T13:09:50+01:00

Categoria: News

LA MIA FINANZA – Art&Luxury presenta: “In the real art we trust”

Illustrato il percorso che porterà al lancio di uno strumento di investimento vincente

Quest’oggi presso il Four Seasons Milan, Art&Luxury ha presentato il suo ambizioso ed innovativo progetto che crea di fatto un alternativa concreata per investire nel mercato dell’arte partendo da un approccio totalmente nuovo e differente.

Ad assistere alla presentazione un selezionato e qualificato gruppo di investitori professionali, family officer e wealth manager.

L’idea che fa la differenza è stata quella di studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operasse nel settore dell’arte e che presentasse una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali; la scelta è ricaduta sul Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano, che oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi (museo ubicato nel quartiere di Montmartre) ed è inoltre promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri (fino al 15/9) ed a Matera (fino al 2/12).

Art&Luxury, struttura composta da un gruppo di professionisti di grande esperienza maturata in settori cross finanza ed arte, ha focalizzato la sua attenzione su un progetto in grado di interpretare l’arte come una asset class alternativa, che interpretasse un investimento al pari dei beni rifugio e, quindi, decorrelato rispetto all’andamento direzionale dei mercati finanziari.

Dopo aver studiato a fondo le esperienze maturate nel tempo dai diversi operatori, al fine di consegnare agli investitori delle performance positive consistenti, senza incorrere nei limiti e nei vincoli tipici del settore, Art&Luxury ha messo a punto un progetto che prevede un approccio industriale che si concretizzerà con il lancio di un veicolo di investimento, al momento unico al mondo, che deterrà il 40% di equity dell’Universo Dalí e di tutti i suoi asset.

Roberto Calebasso, partner di Art&Luxury, ha così commentato: “Dopo aver studiato a lungo il mercato dell’arte, grazie alle nostre conoscenze nel settore della consulenza e degli investimenti, riteniamo di aver individuato una soluzione in grado di esaltare le caratteristiche positive tipiche di questa asset class e di aver superato alcune delle note critiche com’è il caso della liquidabilità e della garanzia di un cash flow costante”.

Tra i primi partner tecnici dell’iniziativa promossa da Art&Luxury, figurano: Arte e Diritto, il Museo di Arte Contemporanea Lu.C.C.A. ed il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano, rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Scarica l’articolo

LA MIA FINANZA – Art&Luxury presenta: “In the real art we trust”2020-01-17T13:09:50+01:00

IL GIORNALE DELL’ARTE – Giorno per giorno nell’arte | 9 luglio 2019

2020-01-17T13:09:51+01:00

Categoria: News

IL GIORNALE DELL’ARTE – Giorno per giorno nell’arte | 9 luglio 2019

Hartwig Fischer sostiene la sponsorizzazione di BP per il British Museum. Il direttore del British Museum Hartwig Fischer ha annunciato il suo sostegno alla sponsorizzazione da parte di British Petroleum, a dispetto delle recenti forti pressioni da parte dell’opinione pubblica sui musei britannici per rifiutare ogni legame con quella compagnia, della prossima mostra del museo londinese «Troia, mito e realtà», in agenda tra il 21 novembre e l’8 marzo 2020. Lo scorso febbraio, un gruppo di opinione sulla questione specifica, chiamato «BP or not BP» aveva protestato contro la sponsorizzazione della mostra «Io sono Assurbanipal. Re del mondo, re d’Assiria». [The Art Newspaper]
Il punto sulle grandi navi a Venezia.
 Un articolo-dossier cofirmato da Gian Antonio Stella, Lorenzo Salvia e Leonard Berberi ripercorre quanto è successo negli ultimi 8 anni per quanto riguarda le grandi navi a Venezia, con un botta e risposta tra il sindaco della città, Luigi Brugnaro, e il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli. [Corriere della Sera]

La Domus Aurea videoraccontata. Il «Corriere della Sera» pubblica oggi sul proprio sito un «videoracconto» (bilingue, italiano ed inglese) della Domus Aurea, la reggia di Nerone: un’iniziativa che aiuta a ricostruire le proporzioni di un enorme complesso edilizio (edifici, portici, un grande lago) che Andrea Carandini definisce «una Versailles nel cuore di Roma». [Corriere della Sera]

La ristrutturazione dell’Archivio di Stato di Cagliari. L’Archivio di Stato di Cagliari, vale a dire nove chilometri di scaffali tra mappe, registri, pergamene eccetera, si rinnova. I lavori sono stati consegnati ieri: il cantiere rimarrà aperto più di un anno, 390 giorni. A disposizione c’è un finanziamento del Mibac con 1,5 milioni del «fondo per la tutela del patrimonio culturale». [Ansa]

La Signora degli Uffizi. Agli Uffizi di Firenze, nell’area di scavo adiacente all’aula di San Pier Scheraggio, sono stati trovati i resti perfettamente conservati di una donna. Si tratta di uno scheletro rinascimentale risalente presumibilmente alla fine del ‘400, ritrovato in un’area dove all’epoca si trovava una chiesa. [Ansa]

Aperto l’MPP (il Museum of the Palestinian People) a Washington. Alla metà di giugno si è aperto un piccolo spazio museale a Washington: l’MPP (il Museum of the Palestinian People), un museo privato che consiste in una stanza di 75 mq. «Quando per la prima volta, nel 2011, sono arrivato a Washington, semplicemente non esisteva alcun posto in cui ascoltare o vedere le storie dei palestinesi», ha dichiarato il fondatore e direttore della nuova istituzione, Bshara Nassar. [The Art Newspaper]

La scomparsa di Douglas Crimp. Lo scrittore, giornalista e curatore Douglas Crimp è morto a New York il 5 luglio, all’età di 74 anni. Crimp ha avuto un ruolo fondamentale nella definizione dell’arte postmoderna negli anni ’70 e ’80, in particolare con la sua mostra «Pictures», tenutasi nel 1977 a New York nell’Artists Space (sede espositiva in Hudson Street) e con i suoi scritti sul ruolo della fotografia, sul problema dell’appropriazione e sulle forme di «critica istituzionale», in cui gli artisti sovvertono l’ordine dei musei dal loro interno. [The Art Newspaper]

Nasce l’Art & Luxury Fund. Domani, a Milano, nella Sala Teatro del Four Seasons Hotel Milan, alle ore 18, viene presentato l’Art & Luxury Fund, uno strumento alternativo di investimento, su mercati alternativi e non in correlazione con i mercati finanziari classici, improntato sul mondo dell’arte in tutte le sue espressioni (eventi, esposizioni, multimedialità ecc) e partendo da un approccio più «industriale» allo stesso mondo dell’arte. Il fondo ha stretto un’alleanza strategica con «Universo Dalí», entità commerciale creata e condotta da anni dal mercante Beniamino Levi. [Il Giornale dell’Arte]

Scarica l’articolo

IL GIORNALE DELL’ARTE – Giorno per giorno nell’arte | 9 luglio 20192020-01-17T13:09:51+01:00

RIVISTA SEGNO – Art & Luxury

2020-01-17T13:09:51+01:00

Categoria: News

RIVISTA SEGNO – Art & Luxury

Il Dalí Universe, società specializzata in Salvador Dalí, che gestisce una delle più grandi collezioni private di opere dell’artista al mondo, apre il passo ad un nuovo modo di intendere l’arte nel suo contesto divulgativo e celebrativo.

“Art & Luxury” prende spunto dalle grandi sculture monumentali per pensare in grande e mercoledì 10 luglio presenterà il suo nuovo progetto.

Troppo spesso l’arte moderna e contemporanea pone barriere di fruizione legate al linguaggio, ma anche ai luoghi che la accolgono: “Art & Luxury” apre ad una nuova strategia divulgativa che vede l’opera d’arte liberarsi dai vincoli intellettuali e vivere nelle piazze affrontando un nuovo corso celebrativo della scultura contemporanea, svincolando il fruitore dai rigidi schemi precostituiti.

Continuando la via intrapresa con le esposizioni permanenti di Parigi e con il grande successo delle mostre itineranti, quali quella di Minsk, Capri e Matera 2019, il progetto Dalì Universe acquisisce una nuova consapevolezza.

Le tre dimensioni della scultura divengono le tre nuove direzioni data da “Art & Luxury”:

  • divulgare con più consapevolezza sociale;
  • storicizzare le opere già presenti nel Dalì Universe;
  • aprire ai collezionisti privati ed istituzionali una nuova via nell’investimento in arte.

Introdurrà la serata Maria Adelaide Marchesoni giornalista per Arteconomy de “Il Sole 24 Ore”.

Scarica l’articolo

RIVISTA SEGNO – Art & Luxury2020-01-17T13:09:51+01:00